Trovafinanziamenti.it

MUTUI TASSO VARIABILE

I mutui tasso variabile sembrano al momento i più convenienti sul mercato finanziario, grazie al favorevole andamento dell'economia nel settore. Il tasso variabile, soggetto a variazioni nella sua percentuale, in base all'altalenanza del mercato economico globale è pertanto al momento il preferito da chi desidera accende un mutuo.

- Come vengono regolati i mutui a tasso variabile e fisso?

I mutui sono regolati da tasso variabile o fisso, caratterizzati dalla differenza di applicazione dei tassi stessi. Il tasso fisso permette al mutuo di essere rimborsato durante il piano d'ammortamento con una rata fissa, ovvero dello stesso importo dal primo all'ultimo versamento, mentre nei mutui variabili le cose cambiano, in quanto il tasso è soggetto alle variazioni di mercato. Nei mutui a tasso variabile si utilizza il parametro l'Euribor, indice di mercato abbinato all'Europa sulle transazioni commerciali. L'Euribor può avere unità di misura diverse, normalmente nei conteggi per mutui variabili viene utilizzato l'Euribor a 3 mesi ma si possono fare dei calcoli anche con l'Euribor a 6 mesi, e questo viene fornito con aggiornamenti giornalieri dal mercato economico.

- Quali vantaggi possono dare i mutui tasso variabile?

Non si può propriamente dichiarare che il mutuo variabile sia più conveniente del mutuo fisso, proprio perchè ogni consumatore avrà le proprie esigenze ed ognuno vedrà come più conveniente il tipo di tasso che si adatterà alla situazione in quel momento. Quello che nei mutui tasso variabile può sembrare vantaggioso e che, con un pò di fortuna può effettivamente esserlo, è l'essere soggetti all'andamento del mercato. Se in quel dato periodo l'andamento consente un ribasso delle percentuali, sicuramente l'avvio dei mutui a tasso variabile sarà favorevole, ma nulla e nessuno può dare certezza che la percentuale rimanga bassa per tutta la durata dell'ammortamento. Ecco che, se il mercato subisce imprevisti rialzi, il mutuo variabile potrebbe avere rate alte contro ogni previsione, mettendo anche in difficoltà il consumatore, se non si è organizzato a tale eventualità.

- Perchè si velocizza l'ammortamento con i mutui a tasso variabile?

Nei mutui variabili i fattori di rischio vanno attentamente valutati. Come accennato, al momento i mutui tasso variabile sono al primo posto nella classifica per la convenienza dei tassi, pertanto si tratta di un prodotto molto richiesto. Il risparmio si nota in particolare all'inizio del piano di ammortamento, quando il capitale su cui fare il calcolo è maggiore, e il tasso è più pesante. È anche grazie alla percentuale del tasso contenuto che diventa possibile accedere più velocemente all'ammortamento del mutuo tasso variabile e di risparmiare in interessi in modo ulteriore.

- Il tasso d'interesse in che modo influenza i mutui con tasso variabile?

Tuttavia, i mutui tasso variabile presentano sempre il fattore rischio dato dalla possibilità di innalzamento della rata, a causa dell'andamento instabile del mercato valutario. Dal momento che appunto il mutuo variabile può dare sorprese come rialzi improvvisi, per ovviare a questo rischio, che potrebbe far sì che la rata possa diventare davvero eccessiva, è stato creato un mutuo apposito, il mutuo variabile con cap, ossia una forma di finanziamento per immobili con un tasso limite, oltre al quale la percentuale d'interesse non potrà mai salire, anche se l'andamento del mercato economico dovesse superarla. Il mutuo variabile può essere ben gestito soprattutto da chi ha sufficienti risorse economiche per tamponare le eventuali impennate al rialzo della rata, e a chi ha una certa capacità amministrativa del proprio budget.

Mutui tasso variabile aggiornato il 17 Aprile 2017


Vai alla home:Trova Finanziamenti

mutui tasso variabile