Trovafinanziamenti.it

PRESTITI CASALINGHE

Quante volte in casa ci vorrebbe quel piccolo aiuto di liquidità in più per "far quadrare i conti" in modo più agevole? Essere casalinga di solito significa essere l'amministratrice del focolare, ma non è sempre così semplice riuscire a mandare avanti tutto, e, quindi, come moltissime persone, si può pensare a richiedere un piccolo prestito o finanziamento per far fronte più comodamente a quelle spese in più.

- Esistono istituti che erogano prestiti per casalinghe?

Bisogna subito dire che i prestiti per le casalinghe vengono erogati da pochissimi istituti, in quanto si tratta di una forma di finanziamento denominata "atipica". Generalmente nel prestito a casalinghe viene considerato che la persona richiedente utilizzi la somma per tutte le spese legate all'abitazione, quindi che necessiti di una liquidità piuttosto esigua. Infatti banche e finanziarie prevedono come "prestiti casalinghe" capitali bassi e facilmente rimborsabili. Non si creda però di poter accedere al prestito senza presentare opportune garanzie, anche se il denaro non è molto, verrà comunque richiesta la firma di un garante, che potrà essere il marito o un familiare, nel caso in cui la casalinga in questione non possieda un reddito fisso o un lavoro extra. Se la persona invece può dimostrare di avere anche soltanto un lavoretto part time allora sarà molto più facile veder soddisfare la richiesta di un prestito per casalinghe. La caratteristica peculiare dei "prestiti casalinghe" è che per il rimborso sono previste modalità più elastiche rispetto ai finanziamenti abituali.

- Ma chi non ha garanzie, come può accedere al prestito per casalinghe?

Esiste una terza strada: alcuni istituti di credito possono ritenere opportuno consigliare una carta di credito revolving, saltando in questo modo le spese di istruttoria e le garanzie, e mettendo a disposizione immediata del richiedente una somma che può arrivare fino a 1500 euro da rimborsare mensilmente in maniera personalizzata. Questa scelta può essere fatta se chi richiede i prestiti a casalinghe non desidera capitali consistenti, ma piccolissime somme, e sia comunque un soggetto non protestato, pignorato, o cattivo pagatore. A queste categorie non potranno accedere ad un prestito a casalinghe con carta revolving. Un'ulteriore forma di finanziamento esiste per tutte le casalinghe disoccupate che desiderano diventare imprenditrici ed avviare una loro attività in proprio. In base alla legge per l'imprenditoria femminile sarà sufficiente informarsi presso la Camera di Commercio sui bandi ed accedere ai finanziamenti a fondo perduto dopo aver presentato le documentazioni necessarie ed un valido progetto imprenditoriale.

Prestiti casalinghe aggiornato il 17 Aprile 2017


Vai alla home:Trova Finanziamenti

prestiti casalinghe