Trovafinanziamenti.it

PRESTITO 20000 EURO

L’essere in possesso dei requisiti minimi richiesti per fare domanda di prestito consentirà la possibilità di ricevere la somma di denaro di cui si ha bisogno.

- Quali sono i requisiti minimi richiesti per fare domanda di un prestito di 20000 euro?

I requisiti minimi richiesti per l’ottenimento di un prestito di 20000 euro sono le garanzie di poter restituire la somma ricevuta, rispettando le tempistiche e le condizioni stabilite in sede contrattuale. Sarà sufficiente presentare dei documenti che certificano il proprio stato economico-sociale: una busta paga dell’effettivo reddito mensile percepito. L’istituto finanziario provvederà all’apertura di un’istruttoria che assicuri di non essere qualificati come cattivi pagatori o come pagatori insolventi. Essendo un prestito relativo ad una cifra non particolarmente elevata, è concessa l’erogazione a tutte le categorie di soggetti, anche se non lavoratori. Ad ogni modo l’istituto creditizio dovrà tutelarsi affinché possa essere rimborsato. A tale scopo bisognerà dimostrare di potere effettivamente pagare. Nel caso di soggetto studente o casalinga, sarà richiesta la nomina di un garante: potrà essere un genitore o un parente, responsabile in caso di mancato pagamento. Se invece il soggetto fosse un pensionato, dovrà presentare un cedolino della pensione.

- Qual è il metodo di calcolo delle rate del prestito di 20000 euro?

Gli elementi fondamentali della rata di un prestito sono: il periodo di ammortamento e il tasso di interesse. Il piano di ammortamento si riferisce al periodo di tempo entro il quale dovrà essere rimborsata la rata del prestito, concordato in sede di contratto. Gli ammortamenti possono essere di due tipologie: fissi o variabili. Gli ammortamenti fissi, definiti anche “alla francese”, prevedono che il giorno e il periodo di rimborso non cambino mai. Gli ammortamenti variabili, invece, possono variare in base alle condizioni del mercato. Le quote del mutuo sono: quota capitale e quota di interesse. La quota capitale è costituita dal frazionamento della somma di denaro richiesta. La quota di interesse, invece, fa riferimento al tasso di interesse applicato al prestito. I tassi di interesse, a loro volta, possono essere fissi o variabili. I tassi fissi non variano mai al variare del tempo, fino al rimborso totale del prestito. I tassi di interesse variabili, invece, mutano in base al tasso di interesse di riferimento.

Prestito 20000 euro aggiornato il 17 Aprile 2017


Vai alla home:Trova Finanziamenti

prestito 20000 euro